Le piccole gru della speranza, di Simona Finocchiaro

La piccola Sadako Sasaki 佐々木禎子 (7 gennaio 1943 – 25 ottobre 1955) visse nei pressi del ponte Misasa, a Hiroshima. Aveva solo due anni quando venne colpita dalla bomba atomica e solo dopo nove anni le fu diagnosticata una grave forma di leucemia a causa delle radiazioni subite. La sua migliore amica, Chizuko Hamamoto, le raccontò […]

Read More…

Le immagini del mondo fluttuante, di Simona Finocchiaro

Durante il periodo Edo (1603- 1868), le ukiyo-e (浮世絵) o “immagini del mondo fluttuante” sono state una delle più importanti e significative forme d’arte in Giappone. Al di là dell’aspetto estetico, infatti, esse avevano un significato ben preciso, giacché lo stesso termine, in epoca medievale, riportava alla “sofferenza della vita quotidiana”, con i suoi attaccamenti […]

Read More…

La nobile arte del teatro Nō, di Simona Finocchiaro

Questa forma di rappresentazione delicata e spirituale nasce nel XIV secolo circa, in Giappone. Epicentro del Nō 能 è l’essere umano nella sua totalità, insieme al “Grande Vuoto”, cioè all’allontanamento del singolo da tutto ciò che è materia ed inutilità. Attraverso la danza il popolo giapponese tramutava in azione le proprie preghiere volte ad aiutare […]

Read More…