“Nella Tasca del Vento”, una recensione di Antonietta Losito

Il senryū è un genere di poesia giapponese le cui origini sono legate al gioco e concorso poetico chiamato maekuzuke (letteralmente “aggiungere al verso precedente”). In questo gioco, 14 sillabe o morae, suddivise in due segmenti fonetici di 7 e 7, costituivano il maeku (verso che precede) a cui bisognava legare un componimento di 5, […]

Read More…

Impressioni sul libro “Quando Edo rideva” di Santino Cicala

Ho appena finito di leggere il bellissimo libro di Valeria Simonova-Cecon ‘Quando Edo rideva’ e mi sarebbe piaciuto scrivere una nota per lei. Ma – non credo vada classificato come egoismo – se… mentre scrivo e ho quasi finito di scrivere per lei mi scappa di… scrivere dei senryū per una questione, diciamo, di… simpatia […]

Read More…

La cartella del professore, di Kawakami Hiromi

Approfondimento di lettura a cura di Maria Laura Valente L’incontro con la scrittura di Kawakami Hiromi è stato oltremodo piacevole e, a tratti, sorprendente. Il suo stile nitido, essenziale, puntiforme accompagna in modo assai appropriato il quieto snodarsi della trama tra le imprevedibili anse dell’esistenza umana. Un lessico semplice ed incredibilmente poetico nella sua assenza […]

Read More…

Racconti dal medioevo giapponese, di Maria Laura Valente

Nota di lettura a La monaca tuttofare, la donna serpente, il demone beone. Racconti dal medioevo giapponese, a cura di Roberta Strippoli (Venezia, Marsilio Editori, 2001). Questa interessante raccolta di racconti, di cui Roberta Strippoli ha curato traduzione, commento ed accurata introduzione, presenta al pubblico italiano, dopo le traduzioni degli anni Settanta di Maria Teresa Orsi, […]

Read More…

La grande lezione della semplicità, di Maria Laura Valente

Una lettura di Rialzati e sorridi di Shibata Toyo (Milano, Mondadori, 2014) Dei quattro capisaldi rintracciabili nella lettura estetica dell’arte giapponese – suggestione, irregolarità, semplicità e impermanenza – la comunicazione lirica di Shibata Toyo si fa portavoce della semplicità, sviluppandone i caratteri distintivi sia nel linguaggio poetico sia nel contenuto veicolato. Nei suoi versi, traspaiono sentimenti squisitamente […]

Read More…

La virtù femminile di Harumi Setouchi

Approfondimento di lettura a cura di Maria Laura Valente. Una raffinata disegnatrice di kimono e un’elegante monaca buddista incrociano i loro cammini nella magnifica cornice naturale del tempio di Gio, a Saga, ad ovest di Kyoto. Ciò che unisce Ryoko e Loto della Saggezza è il sinuoso e appassionato fiume di parole con cui la […]

Read More…

“Il grande mistero” di Tomas Tranströmer, letto da Luca Cenisi

Tomas Tranströmer, Il grande mistero, Milano, Crocetti Editore, 2011, pp. 80. Il grande mistero (Den stora gåtan), uscito nel 2004 a Stoccolma e proposto per la prima volta in Italia da Crocetti Editore nel 2011, si presenta come una raccolta piuttosto complessa da leggere ed interpretare. La maggior parte dei componimenti trae ispirazione dall’estetica dello haiku giapponese, e dallo yūgen […]

Read More…

“Half Way Through” di Jörgen Johansson, letto da Anna Maris

Recensione alla raccolta gendai di Jörgen Johansson, Half Way Through, Winchester, Red Moon Press, 2015, pp. 80. Half Way Through è il titolo della seconda raccolta di haiku del poeta svedese Jörgen Johansson, pubblicata dalla Red Moon Press. È il degno seguito della prima silloge, intitolata The Firefly’s Signature, anch’essa data alle stampe per i […]

Read More…

Treversi, di Andrea Cecon e Massimo Govetto

Recensione alla raccolta Treversi di Massimo Govetto e Andrea Cecon (Lulu Press, 2011) Treversi di Massimo Govetto e Andrea Cecon non è una semplice raccolta, ma un vero e proprio confronto letterario giocato sul terreno della poesia haiku. Due stili – ma, soprattutto, due visioni – all’apparenza distinte e distanti tra loro (Cecon è uno […]

Read More…