L’estetica dello shibui, di Luca Cenisi

Termine fondamentale nella ricostruzione dell’estetica giapponese è lo shibui 渋い. Forma aggettivale del sostantivo shibusa 渋さ, letteralmente “austerità” o, più probabilmente, di shibumi 渋み (“astringenza”), esso affonda le proprie radici nella poetica del Periodo Muromachi (1333-1568), indicando, essenzialmente, tutto ciò che è asciutto o “astringente”, in contrapposizione a ciò che è amai 甘い, ossia “dolce”. […]

Read More…

Il fūryū, di Luca Cenisi

Una lettura di Kuki Shūzō, Sul vento che scorre. Per una filosofia dello haiku (Una riflessione sul fūryū), a cura di Lorenzo Marinucci, Genova, Il Nuovo Melangolo Editore, 2012. Il termine fūryū 風流 deriva, etimologicamente, dal cinese fengliu (“buone maniere”, intese come riflesso di rettitudine sociale, ma anche di raffinatezza ed eleganza, talvolta tradotto con l’espressione […]

Read More…