Haifū Yanagidaru , un’antologia di vecchi senryu

Tratto dal libro “Quando Edo rideva” a cura di Valeria Simonova-Cecon. Haifū Yanagidaru (誹風柳多留, lett. botte di salice in stile haikai) è un importante fenomeno della letteratura popolare giapponese del periodo Edo, un’antologia che viene considerata la culla del genere ora chiamato senryū.  Nel Settecento nella città di Edo (odierna Tokyo) diventano particolarmente popolari i […]

Read More…

“Nella Tasca del Vento”, una recensione di Antonietta Losito

Il senryū è un genere di poesia giapponese le cui origini sono legate al gioco e concorso poetico chiamato maekuzuke (letteralmente “aggiungere al verso precedente”). In questo gioco, 14 sillabe o morae, suddivise in due segmenti fonetici di 7 e 7, costituivano il maeku (verso che precede) a cui bisognava legare un componimento di 5, […]

Read More…

Dieci haiku di Adjei Agyei-Baah

Adjei Agyei-Baah è uno haijin ghanese, il co-fondatore della Fondazione della Poesia in Ghana e del Network Africano per lo Haiku. Nel 2015 ha lanciato insieme a Emmanuel Jesse Kalusian il giornale Mamba il primo dedicato allo haiku internazionale. Questi dieci componimenti sono scelti dal suo libro “AFRIKU”, pubblicato dalla casa editrice RedMoonPress. wooden doll […]

Read More…

Tre piccoli haibun senza nome, di Antonietta Losito

(Mottola – 2010) Per tre giorni la nebbia ha sfumato i contorni delle case e delle persone in indistinti colori, ma oggi finalmente con il vento di tramontana splende il sole. Decido di fare una passeggiata tra le case del centro storico, un tempo teatro di pittoreschi episodi popolari. Giungo, percorrendo il dedalo di viuzze […]

Read More…

Quando Edo rideva, la recensione di Santino Cicala

Ho comprato letto e riletto il libro di Valeria Simonova Cecon “Quando Edo rideva”. Mi ha così coinvolto che non posso fare a meno di scriverne. Prima di tutto lo stile. Colpisce la sua essenzialità, cioè l’assoluta assenza di posa letteraria: la scrittura è funzionale e il solo scopo dell’autrice è trascrivere le nozioni in […]

Read More…

Un Giorno di Sole, haibun di Elisa Bernardinis

Un giorno di sole È una magnifica giornata di fine primavera, il cielo terso, con solo qualche soffice nuvola a disegnarne qua e la i contorni. Respiro a pieni polmoni il penetrante profumo dell’estate che avanza, nell’aria ancora piuttosto fresca del mattino. Salgo nella mia auto, pronta per andare al lavoro, e mi avvio, imboccando […]

Read More…

Intervista a Corrado Aiello, a cura di Valeria Simonova-Cecon

VSC: Prima di tutto, grazie, Corrado, per la tua disponibilità a rispondere alle mie domande. Il mondo dello haiku non è, ed effettivamente non è mai stato, veramente “unificato”; ci sono tanti stili, gruppi e cosi via (non vale soltanto per l’Occidente ma anche per il Giappone stesso). Una scena simile vediamo in Italia – […]

Read More…

CAPPELLO SU CAPPELLO GIU, haibun di Freddy Ben-Arroyo

CAPPELLO SU CAPPELLO GIU     Taverna del vecchio Gallo — ordino Fish & Chips e tengo il cappello     Chiedo alla giovane cameriera: “Se fossi un gentiluomo britannico, dovrei togliere il mio cappello?“ “Non so…” – mi dice con il suo bel sorriso russo   Il giorno dopo incontro Bill. Bill è inglese, […]

Read More…

Impressioni sul libro “Quando Edo rideva” di Santino Cicala

Ho appena finito di leggere il bellissimo libro di Valeria Simonova-Cecon ‘Quando Edo rideva’ e mi sarebbe piaciuto scrivere una nota per lei. Ma – non credo vada classificato come egoismo – se… mentre scrivo e ho quasi finito di scrivere per lei mi scappa di… scrivere dei senryū per una questione, diciamo, di… simpatia […]

Read More…

GRANDINE, uno haibun di Corrado Aiello

Corrado Aiello (Piano di Sorrento, 1984), scrittore, poeta e haijin. Grandine Come se fosse ieri, ricordo distintamente quel mattino. Non era che un giorno come tanti altri quel ventisei di gennaio di sette anni fa quando io, per gioco, scherzando con mia sorella sulla copiosità e insistenza della pioggia in quel freddo periodo dell’anno, chiamai […]

Read More…