La nobile arte del teatro Nō, di Simona Finocchiaro

Questa forma di rappresentazione delicata e spirituale nasce nel XIV secolo circa, in Giappone. Epicentro del 能 è l’essere umano nella sua totalità, insieme al “Grande Vuoto”, cioè all’allontanamento del singolo da tutto ciò che è materia ed inutilità. Attraverso la danza il popolo giapponese tramutava in azione le proprie preghiere volte ad aiutare e migliorare la vita della comunità, come il successo nella caccia e la favorevole ciclicità stagionale. I temi di questo dramma classico sono molteplici: l’amore, la gelosia, il dolore, la morte, sebbene “l’attrice principale” (shite 仕手) sia in prevalenza la coscienza del protagonista, tormentato e successivamente liberato dal waki 脇, una figura esterna alla scena. Il ritmo dialogico e scenografico, la musica (eseguita con flauti e tamburi), la presenza di un coro e i colori delle danze contribuiscono ad arricchire la scena teatrale.

L’utilizzo delle maschere è fondamentale: esse sono talmente realistiche che, a seconda dell’orientamento e della diversa posizione della luce, producono una serie di mutamenti espressivi. Spesso vengono ritratti personaggi femminili, divinità, demoni ed animali. Il loro scopo è anche quello di creare un “punto d’incontro” tra il tempo mitico e quello storico, sintetizzando così la visione del divino della tradizione nipponica. I primi spettacoli Nō venivano inscenati nei templi shintoisti e, sin dall’origine, erano concepiti in modo tale da essere compresi dall’intera popolazione, senza distinzioni di classe.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...