Sei haiku di Toni Piccini, scelti dalla Redazione

PicciniToni Piccini, triestino di nascita, pratica la poesia haiku da oltre un decennio. Suoi scritti sono stati tradotti e pubblicati in Italia, Giappone, India, Romania, Croazia, Bosnia e Canada.
Ha partecipato a numerosi festival internazionali, tra cui il Festival Internazionale di Poesia (Genova, 2005), il Tokyo Poetry Festival (2008) e il World Haiku Festival (Pécs, 2010).
Tra le sue raccolte ricordiamo: Haiku Apocrifi (2007, con prefazione di Fernanda Pivano e Ban’ya Natsuishi), Poesiazze (2009) e Medithaiku (2010).

Le opere che seguono sono tratte dalla raccolta No Password (Terra d’ulivi, 2014).

Leaf on leaf
in the autumn sun the wind
disguised as destiny

Foglia su foglia
nel sole autunnale il vento
travestito da destino


Full moon night –
a silver tattoo
on the newborn

Notte di luna piena,
un tatuaggio d’argento
sul neonato


A black spider
on the marble altar –
loneliness

Un ragno nero
sull’altare di marmo –
solitudine


Golden cribs –
the fireflies’ testament
crosses the border

Culle dorate –
il testamento delle lucciole
varca il confine


Train travel:
solitude
in every smartphone

Viaggio in treno:
una solitudine
in ogni smartphone


In the wake of a jellyfish
my grandmother’s face
dissolves

Nella scia di una medusa
il volto di mia nonna
si dissolve

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...