Sei tanka di Santino Cicala, scelte da Luca Cenisi

SCSantino Cicala nasce a Santa Teresa di Riva (ME) ed è poeta, scrittore e haijin. Nel 1986, la raccolta Candida Suite ottiene una menzione al Premio Viareggio. Vorrei che fosse haiku è una silloge di componimenti in metrica giapponese scritti dall’autore ed edita nel 2015 da Irda Edizioni. Essa comprende i versi finalisti al Premio di poesia haiku “Mangiaparole”. Dal 2015 è inoltre membro dell’Associazione Italiana Haiku (AIH).

Verso settembre –
ora per il trapasso
al grigio autunno
la fuscia elargisce
gli ultimi fiori rossi

Il giorno è scuro
e l’aria di settembre
è così calda –
come inutilmente
caldo è il mio cuore

Mi sveglio ora
che tutto è ormai tardo –
tardo il giorno e l’estate
tarda la mia età.
Nel mondo ora è tardi

Finché i colori
d’autunno non saranno
vivi e forti
non rivedrò il volto
della mia amata

Foglie marroni
crocchiano al tuo passo –
cammina piano
il gran cielo di ottobre
prepara un’altra estate

Strada del borgo:
sulla soglia di casa
solitudine –
ma qualcuno passerà
per una buona notte

Poesie tratte da: Santino Cicala, Vorrei che fosse haiku, Augusta, Irda Edizioni, 2015.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...