I toilette senryū, di Valeria Simonova-Cecon

Potrebbe sembrare strano, ma uno dei più noti concorsi di senryū in Giappone è dedicato alla toilette.
La toilette giapponese era composta, in origine, da un semplice buco nel pavimento, sopra il quale bisogna accovacciarsi al contrario rispetto alla turca alla quale noi occidentali siamo abituati, cioè con la faccia rivolta al muro. Ma l’era del bagno tradizionale è ormai lontanissima. La vera rivoluzione arrivò con le tecnologie introdotte dalla TOTO, la più antica azienda del settore sanitario in Giappone, la quale inventò il famoso washlet, il water provvisto di numerose funzioni, tra cui l’emissione di uno spruzzo d’acqua per pulire il fondoschiena, un getto d’aria calda per asciugarlo, l’apertura/chiusura automatica della tavola e molto altro ancora.
Per promuovere i suoi prodotti, da ben 12 anni la TOTO organizza un concorso di senryū, al quale partecipano decine di migliaia di componimenti provenienti da tutto il Paese. Il concorso prevede diverse sezioni, come quella dedicata ai bambini, oppure il premio speciale Green Challenge per il miglior componimento a tema ecologico.
Il premio per il miglior senryū è, di solito, l’ultimo modello di washlet; gli altri vincitori ricevono, invece, washlet più economici. Sono anche previsti premi in denaro, oltre alla pubblicazione dei migliori senryū sulla carta igienica prodotta dalla stessa compagnia.
Giudice del concorso è il celebre copywriter Takashi Nakahata, che tra l’altro è anche il redattore della colonna Banno Senryū nello stile Nakahata di uno dei più importanti quotidiani giapponesi, il Mainichi Shinbun.
Proponiamo ai lettori 10 senryū “da bagno” scelti tra i vari componimenti premiati.

Iniziamo con due senryū tratti dalla sezione bambini:

一緒にね仲良しだけどそれはムリ     なーちゃん
issho ni ne naka yoshi da kedo sore wa muri

i buoni amici
fanno tutto insieme,
ma non questo!

Nā-chan

Come non essere d’accordo?

怖いから大きな声で歌うたう     はるのあ
kowai kara ōkina koe de uta utau

quando ho paura
comincio a cantare
ad alta voce

Harunoa

Un bambino piccolo che va in bagno da solo, di notte.

不思議だねきれいなトイレは汚せない     きんさんV
fushigi da ne kireina toire wa yogosenai

meraviglioso…
un bagno cosi bello
non lo posso sporcare!

Kinsan V

Un vero dilemma…

音姫で私も地球もホットする     くまのプーさん
oto-hime de watashi mo chikyū mo hotto suru

oto-hime
fa bene sia a me
che al pianeta

Orsetto Puh

Questo è il componimento che ha vinto il premio speciale Green Challenge per il miglior senryū ecologico.
Oto-hime è quella musica o quella serie di suoni che si attivano in bagno per coprire altri suoni personali e “molesti”. Visto che i giapponesi, soprattutto le donne e le ragazze, sono molto timidi, fino a qualche tempo fa facevano scorrere l’acqua del water per coprire i rumori, ma per evitare questo spreco inutile e poco ecologico fu ideata la cosiddetta oto-hime (dal giapponese, “la principessa del suono”), ossia un dispositivo capace di riprodurre i suoni della natura, una melodia classica, ecc. Tra l’altro, la TOTO ha eseguito una serie di ricerche scientifiche volte a scoprire quali suoni e/o melodie possano contribuire meglio al rilassamento delle persone mentre queste fanno i loro bisogni.

ぶっちゃけて和式が苦手日本人     マーちゃん
bucchakete washiki ga nigate nihonjin

in realtà
i giapponesi non sanno più
usare la toilette giapponese

Mā-chan

Come avevamo spiegato prima, la toilette giapponese non è più di un buco in terra.

タイムマシン未来のトイレ見てみたい     まるん
taimumashin mirai no toire mite mitai

vorrei usare
la macchina del tempo per vedere
la toilette del futuro

Marun

Chissà quali meravigliose tecnologie inventeranno!

その家の人を見るよりトイレ見よ     おーちゃん
sono ie no hito o miru yori toire miyo

piuttosto che vedere
gli abitanti di casa
vedrei la loro toilette

Ō-chan

長い列次は男に生まれたい     かおりんご
nagai retsu sugi wa otoko ni umaretai

nella prossima vita
vorrei rinascere uomo!
La coda al bagno delle donne

Kaoringo

最期まで自分でトイレ」祈る母     かおりんご
saigo made jibun de toire oru haha

prega la mamma
di poter andare al bagno da sola
fino alla morte

È dura quando si diventa vecchi e malati…

コンコンコントントントントンドンドンドン!     咲様
kon kon kon ton ton ton don don don!

kon kon kon
ton ton ton
don don don!

Saku-sama

Un senryū intraducibile, che riproduce i suoni via via più forti di una persona che non ce la fa più e che bussa insistentemente sulla porta della cabina del bagno occupato…

Ricordatevi di festeggiare la giornata della toilette, che si celebra in Giappone il 10 novembre!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...