Il salice al crepuscolo, di Chris Drake

Lettura critica di uno hokku di Kobayashi Issa, tratta dal gruppo di discussione Haikai Talk. Traduzione dall’inglese a cura di Luca Cenisi.

洗たくの婆々へ柳の夕なびき
sentaku no baba e yanagi no yū nabiki

Crepuscolo – il salice
si piega verso l’anziana donna
che lava i vestiti

Questo hokku primaverile è stato scritto dopo il ritorno di Issa al suo villaggio natale. Un’anziana signora sta lavando gli abiti, probabilmente nella corrente di un fiume, fin quasi al sopraggiungere della sera. Mentre sta facendo buio, una leggera brezza comincia a soffiare e i lunghi rami cadenti di un salice che si trova nei pressi dell’argine oscillano e si piegano. Paiono muoversi insistentemente verso una direzione ben precisa, ossia verso la donna, come se il salice stesso voglia avvicinarsi a lei.
Che desideri restare insieme a quella vecchia compagna che così tante volte è venuta a lavare gli abiti proprio accanto a lui? Che sia l’inizio di una silenziosa comunicazione tra i due? Che l’albero voglia fare amicizia?
Molto probabilmente, alcuni dei rami più bassi del salice si trovano immersi nella corrente del fiume, quasi a sciacquare le proprie foglie, contribuendo ad aggiungere un ulteriore livello di somiglianza tra la figura della donna e quella dell’albero. Al crepuscolo, infatti, niente può essere escluso a priori.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...