Tre haibun di Fabrizio Pecchioli

PecchioliFabrizio Pecchioli (Firenze, 1962), risiede da anni sulle colline Toscane, immerso nei vigne e negli ulivi. Appassionato di haiku, nel quale riscontra la vera sintesi dell’osservazione poetica, ha finora racchiuso in cinque/sei Moleskine la propria vita letteraria.

Meditazione

Ho bisogno di stare un po’ da solo. Per questo sono qui, seduto, sulla panchina di legno, nel parco vicino casa. Con me un libro, Norwegian Wood, di uno dei miei scrittori preferiti, Haruki Murakami, e il fatto di averlo portato con me mi rasserena.
Non c’è nessuno nel parco; l’ora è di quelle che non consentono chiasso. Le bocche a quest’ora saranno riempite: sono le 13:36, tutti staranno pranzando.
«Ma poi, chi dovrebbe esserci in una giornata di quasi pioggia di metà novembre?», vado chiedendomi intimamente.
Pochi rumori: solo l’acqua del piccolo rivolo, che scorre serena col suo moto perpetuo, che non conosce né ansie, né tempo. L’ideale ora, sarebbe chiudere gli occhi e calmare il respiro, lasciando andare i pensieri senza sottoporli a giudizio. Nessuno.
Meditare nel parco, a novembre, è da considerare una vera fortuna, da poter fare, da saperlo fare. Così, nemmeno tocco il mio libro, che rimare chiuso com’era alla destra della panchina. Apro invece il mio petto al respiro e tocco il mio cuore, lasciando tutto dietro di me. Anche il tempo, al quale non appartengo più.

Un fiore secco –
a pagina trentadue
fermo il tempo

Una casa accogliente

Ne avrei ancora, non sono per niente affaticato, ma fermo lo stesso la mia mountain bike davanti a quel che resta di un vecchio cascinale. Voglio fotografarlo, col cellulare e con la memoria. Certe cose, è un peccato se vanno perdute.
Perfino quel povero barbacane è stremato dal tempo; anche lui mostra evidenti segni di cedimento, nonostante sia ancora lì, a combattere. Sarà l’ultimo a deporre le armi, ne sono certo, e quando cadrà, lo farà come un eroe.
Ai suoi piedi, pezzi di intonaco e calcinacci di vari natura: l’erba alta ne nasconde altri. Eppure, non resta un granché di quell’affascinante bellezza. Mi piace proprio quel vecchio casale, riesco a intravedere com’era nel suo antico splendore, a immaginare le genti nell’aia, le loro faccende.
«Ma deve piacere anche al cielo, visto che dal tetto lo ha penetrato come una sposa feconda», mi vien da pensare.

Sembrano freddi
i resti d’un rudere –
sole sul tetto

Nevicata notturna

Certe volte, basta davvero poco per essere felici. Io, ad esempio, sono il primo questa mattina a lasciare le impronte dei miei Moon Boot sulla neve fresca, caduta durante la notte. Sono in montagna per il week end, e come al solito la domenica mattina mi alzo molto presto per fare la mia passeggiata contemplativa. Tutto imbacuccato, apro la porta per uscire di casa e vedo che ogni cosa si è vestita da sposa.
Era da tempo che non vedevo una bella nevicata di queste dimensioni: saranno almeno 60 centimetri di neve, quella appena caduta, che sommata a quella che già c’era….difficile fare un calcolo.
Insomma, esco di casa e mi avvio nel silenzio, che da sempre abita la montagna; ma oggi è qualcosa di veramente emozionate “sentire” soltanto il candore della neve che mi pulsa nel cuore.
E cammino. A fatica, cammino affondano i miei passi nello zucchero a velo; comunque, cammino contento. I faggi della strada sterrata che mi porta alla malga, congiungono in alto, da lato a lato, i rami spogli, formando un magnifico tunnel bianco e grigio.
Entro con entrambe le scarpe, col cuore e, se non se la fosse già presa la neve, anche con l’anima.

Neve sui faggi –
l’abbraccio invernale
d’un tunnel bianco

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...